La realtà non è mai stata così spettacolare.

La realtà non è mai stata così spettacolare.
Qualunque banalità viene trasformata in un grande evento.
Nessuno si accontenta più di niente. Nessuno si accontenta della realtà così come è. E forse abbiamo ragione.

 

Ma la realtà è troppo difficile da cambiare, quindi facciamo prima a migliorarla con effetti speciali.

Ad esempio, l’oro viene Estratto da altri materiali. Questa è la realtà dell’oro. Ma, questa realtà non può essere accettata come è dal popolo. Ha bisogno di effetti speciali da aggiungere ad esso, per renderlo utilizzato come ornamento. Ha bisogno di subire varie fasi per essere convertito in un bellissimo ornamento. Solo questo può essere utilizzato dagli utenti finali, le persone. Quindi, tutto ha bisogno di una qualità speciale per essere accettato. D’altra parte, venendo ai fatti della vita, la realtà sarà molto difficile da accettare; ma solo la realtà gioca un ruolo vitale. Tutti devono imparare a vivere con la realtà. Solo la realtà conduce alla pace della mente e alla vita felice. Solo una vita attiva conduce ad una mente felice.

Con tutti gli effetti speciali la realtà, in realtà, rimane misera come prima, ma a noi, ubriachi di bugie, ogni volta che la guardiamo… ci sembra di vedere Sanremo.
E’ così che nascono i reality!
E’ così che nasce il telefonino esibizionista … che ha la custodia a forma di perizoma perché quando squilla si alza per ballare il samba e c’ ha tutto il culo di fuori.
L’automobile egocentrica ……… in mezzo al traffico esiste solo lei.
La lavatrice taciturna. …….. si lava un carico di panni da venti chili ….. senza lamentarsi, neanche una parola.
L’aspirapolvere che se la tira… d’altra parte come se la tira l’aspirapolvere non se la può tirare nessuno.
Il telepass opportunista… si alza solo se gli conviene… mica è scemo!

Per paura di non accontentare noi stessi e gli altri spendiamo tutte le nostre energie alla ricerca degli effetti speciali.
Non ci bastano più i colpi di sole… dal nostro parrucchiere ormai pretendiamo proprio le strisce pedonali… forse anche per evitare che ci parcheggino sui capelli.
Non ci basta più il servizio di “richiamata su occupato”: se l’utente selezionato è già impegnato in un’altra conversazione possiamo massacrarlo inviandogli decine di SMS a freccetta o a pallottola, e se non basta :un MMS a ventosa da spedirgli direttamente sulle palle.
Vivere senza confini!
Ecco questo è il punto… Mettiamoceli due confini!

Cinzia Leone